sottoilsole
una mansarda su piazza dei segni

Apr
01

Aprile, l’erba in campagna è già bella verde e le viole fanno tappeto ormai da settimane. Speriamo come ogni anno in una nuova stagione.

Mar
06

è un classico del web io l’ho presa da:

http://paroledime.myblog.it/archive/2009/09/16/dolcissima-amica.html

Marz’

nu poco chiove, e natu ppoc’ stracqua

torna a chiovere, schiove

rire ‘o sole cull’acqua…….

A mezza luna dalla primavera, mi godo i primi soli sulla terrazza…..

Feb
11

Inaspettata una telefonata  e tanti ricordi………………..chi vuole lasciare un commento e un recapito può aggiungerlo qui. Se invece volete contattarmi privatamente potete usare la mail mimmodivasta@katamail.com

Appena avrò un po’ di tempo vi scrivo qualcosa di più approfondito, stasera lascio che le emozioni scorrano libere e anche se può sembrare banale mi ha fatto piacere sentirvi e mi capita di pensarvi spesso.

Feb
06

Ne parlavo stamattina davanti la biblioteca, domani è il 500 e rottesimo anniversario del falò delle vanità, del rogo in piazza organizzato dal Savonarola per distruggere col fuoco quanti più possibili oggetti di culto della personalità, o comunque peccaminosi. I libri spesso sono stati oggetto di un trattamento simile, anche se credo (lo dicevo al mio interlocutore) che nessun fuoco possa incenerire idee o stili di vita. Una sola volta ho gettato nel fuoco un libro, ma era probabilmente un gesto legato ad un particolare stato emotivo che non riguardava il contenuto del testo, benché dopo circa settanta pagine avevo deciso che non valevala pena di proseguire.  In casi analoghi ho sempre e solo abbandonato la lettura, quella volta invece il fastidio che ho provato leggendo si è concretizzato nel gesto inceneritore. Era “la pianista” messo da me al rogo in anni non sospetti, l’autrice infatti era ancora una quasi sconosciuta. Confermo ancora l’opinione che il fuoco serve ad altri scopi non a quello di purificare il mondo da oggetti peccaminosi e non gradisco la figura di Savonarola, ma qualche volta confesso non mi dispiacerebbe, distrattamente, lanciare una molotov su qualcuno.

Le coincidenze della storia fanno segnare sul calendario di domani anche il compleanno di Vasco Rossi.

Feb
02

Leggere, leggere, leggere!.

Stamattina giù in piazza ho incontrato un tipo che mi ha fatto una proposta che ho trovato frizzante. Adesso abbiamo un appuntamento in comune per il 26 marzo, che speriamo di condividere con altri.

Feb
01

Questo è il secondo foglio del calendario. Il tempo corre, Febbraio comincia con neve fresca.  A San Valentino saremo di luna nera.

Gen
31

La prima si è fatta ieri sera,  in mezzo alla neve,  per lo spasso dei gatti.

Gen
28

Anche quest’anno ci siamo arrivati: sono questi i proverbiali giorni della merla a cui la tradizione assegna il titolo di giorni più freddi dell’inverno. A dire il vero, almeno qui da noi, mi è sembrato di avere meno freddo, sia a casa in campagna che in questa mansarda. E ‘ vero, non mi azzardo a sedermi in terrazza, ma anche al mattino quando esco non sento più il gelo dei giorni scorsi. Ma l’inverno riserva sempre sorprese, non illudiamoci, anche se nel cuore fra tre giorni ci terremo la speranza che il peggio sia passato.  Intanto aggiungo un po’ di legna nella stufa.

Gen
27

Stimano che 70 milioni di persone siano state sterminate durante il genocidio che ha portato alla colonizzazione del’ America. Tutta la storia della nostra umanità è costellata di fenomeni ed episodi del genere, questo lo prendo ad esempio non tanto per la dimensione, la portata e la sistematicità con cui è stato compiuto, ma per l’indifferenza e la quasi “accettazione” storica. Ma si sa, dei processi di colonizzazione ne parlano sempre i vincitori…….

per non dimenticare

Gen
18

Eccolo, di Cremona, otto settimane di stagionatura, quasi pronto. Attende silente, appeso, nel fresco della soffitta. Adesso non mi resta che radunare gli amici.